Informazioni Coronavirus

Obbligo della mascherina

In tutta la Svizzera vige l’obbligo di indossare la mascherina su tutti i mezzi dei trasporti pubblici (eccezione: carrozze panoramiche aperte). Una maschera deve essere indossata anche nelle aree chiuse delle stazioni ferroviarie e nei negozi. Oltre ai centri di viaggio e alle sale d'attesa, anche le aree commerciali nei seminterrati sono considerate aree interne. Questo vale anche per le persone che sono già state completamente vaccinate. Sono esentati da tale obbligo i bambini fino a 12 anni e le persone che per motivi particolari, segnatamente di natura medica, non possono indossare mascherine facciali. Nessuna maschera è richiesta sui marciapiedi delle stazioni, alle fermate cosi come su seggiovie aperte e ponti dei battelli.

Si potrà mangiare e bere nei trasporti pubblici. In quei momenti la mascherina potrà essere tolta. Per proteggere sé stessi e gli altri viaggiatori, i clienti dovranno provvedere di propria responsabilità a essere provvisti di mascherine quando viaggiano con i trasporti pubblici.

Obbligo di certificato Covid

Attualmente non c'è alcun obbligo di certificato Covid per i viaggi con i trasporti pubblici. Per alcuni prodotti (carrozze ristorante Albula, viaggi culinari speciali, Glacier Express), la regola 2G si applicherà a partire da lunedì 20 dicembre 2021 secondo le direttive per gli esercizi di ristorazione. Di conseguenza, solo le persone che sono state vaccinate o che sono guarite avranno accesso ai vagoni ristorante. Inoltre, è obbligatorio sedersi durante il consumo.

Entrata in Svizzera

A causa della pandemia di COVID-19 l’entrata in Svizzera è soggetta a disposizioni particolari: entrata in Svizzera

Entrata in Italia

A partire dal 16 dicembre 2021, e probabilmente fino al 31 gennaio 2022, sono previste nuove norme per l’entrata in Italia, compreso tramite i trasporti pubblici. Tutte le persone che desiderano recarsi in Italia devono essere in possesso di un test PCR o antigenico negativo. Questo vale anche per le persone "vaccinate" o "guarite dal Covid”. Le persone non vaccinate dovranno inoltre osservare, oltre al test Covid negativo, una quarantena di 5 giorni. Per coloro che provengono da nazioni al di fuori dell'UE/EFTA (Associazione europea di libero scambio), si rende obbligatoria una quarantena di 10 giorni.

Le uniche persone escluse da queste direttive sono quelle che risiedono nella zona di confine e ad un massimo di 60 km dalla frontiera con l’Italia. I domiciliati in Engadina o in altri comuni più vicini al confine possono pertanto recarsi a Tirano senza problemi, ma solo se in possesso di un Basic Green Pass valido.

Il modulo digitale di localizzazione dei passeggeri (entry form) deve essere sempre compilato prima dell’entrata in Italia.

Inoltre, sarà sempre obbligatorio indossare una mascherina nelle strutture chiuse e sui trasporti pubblici. Fino a nuovo avviso, il Bernina Express si fermerà a Campocologno per permettere di scendere o salire dal treno. Questo significa che il viadotto circolare di Brusio, una delle attrazioni principali del percorso, potrà essere ammirato senza lasciare la Svizzera.

I regolamenti in vigore possono cambiare in qualsiasi momento. Per questo motivo, vi raccomandiamo di controllare nuovamente le prescrizioni poco prima del vostro viaggio tramite questo link: www.salute.gov.it

Igiene e sicurezza

La protezione dei passeggeri e dei dipendenti continua ad essere la priorità assoluta. La pulizia dei treni è stata intensificata. Più volte al giorno, le superfici di contatto e le superfici come corrimano, bottoni, tavoli, braccioli e toilette vengono pulite e disinfettate. La pulizia viene effettuata con maggiore frequenza anche nelle stazioni. I passeggeri hanno anche la possibilità di lavarsi le mani nei servizi igienici aperti delle stazioni in conformità con il regolamento. I dispenser di disinfettanti sono stati installati presso le postazioni del personale. Secondo le indicazioni dell’UFSP, la mascherina prottetiva deve essere indossata per il transporto pubblico dall’età di 12 anni. La nostra clientela è responsabile per avere e indossare una mascherina protettiva. I passeggeri acquistano i biglietti online, nelle app o presso i distributori automatici e pagano senza contatto alle casse. Il concetto di protezione del trasporto pubblico si basa sulla responsabilità personale e sulla solidarietà dei viaggiatori. Se si atterranno alle misure sopra descritte, potranno viaggiare in tutta sicurezza sui mezzi di trasporto pubblico svizzeri.


Piano di protezione per i trasporti pubblici

FAQ piano di protezione per i il Bernina Express

FAQ piano di protezione carrozza ristorante e viaggi gastronomici

Visual

Clean & Safe

Boschi rigogliosi, laghi dalle acque limpide e l’aria fresca di montagna: la Svizzera è una destinazione di viaggio che offre non solo una natura incontaminata, ma anche sicurezza e un solido sistema sanitario. I fornitori di servizi turistici adottano inoltre speciali provvedimenti per tutelare i loro ospiti e rendere piacevole il loro soggiorno in Svizzera. 

www.cleanandsafe.ch